Le pagelle: i migliori Cirnigliaro e Fra.Indelicato

Francesco Indelicato

Francesco Indelicato

 Cirnigliaro 6.5: il nuovo capitano biancazzurro salva in almeno 3 occasioni il risultato, tenendo i suoi aggrappati alla possibilità di fare risultato. Ha personalità e doti tecniche ma non può fare miracoli.

Fra. Indelicato 6.5: buona la prima partita. Quasi sufficiente quando inserito a terzino destro nel primo tempo, complice il poco aiuto fornitogli dai compagni di fascia; decisamente tra i migliori non appena il mister lo sposta al centro del campo, dove fa sentire la sua voglia di incidere.

Stanganelli 5: molto confusionario quest’oggi, ripreso spesso dai compagni per distrazioni e perdita della posizione. Si dà da fare come sempre ma la presenza di Giorgio Fazio e compagni lo limitano parecchio.

dal 68′ A.Timpano 5: non riesce a farsi notare in 25 minuti. Ha qualità da vendere ma non incide sul match.

Venticinque 5: troppo leggero in mezzo al campo. Da lui ci si aspettano le giocate per gli avanti e gli inserimenti degli esterni e invece si pesta i piedi con Cosenza e non riesce a incidere più di tanto, risultando poco efficace anche in fase di contenimento.

dal 59′ Cristaldi 6: ancora in condizioni fisiche non perfette, entra per l’infortunato Venticinque. Gioca al suo solito, senza risparmiarsi mai con grinta e sagacia, cercando di raddrizzare un centrocampo finora in affanno. Con Fra.Indelicato dà più copertura.

Castronuovo 5,5: fatica tanto con gli avanti del Gravina, prova a farsi sentire ma è costretto a un lavoro poco brillante dai compagni. Alla lunga perde concentrazione e stanchezza che ne compromettono la sua partita.

Lombardo 5: contenere Spadaro, Coniglione, Napoli lo impegna tantissimo. E’ distratto e spesso in confusione. Con Castronuovo ha giocato titolare lo scorso campionato in Promozione per cui ci si aspetta di vedere nuovamente quel muro difensivo invalicabile.

Mazzaglia 5: il suo voto potrebbe essere altissimo se solo avesse concretizzato le due palle gol: la prima salvata da Sava, la seconda sciupata in malo modo, dopo aver avuto la freddezza di scartarlo. Sulla fascia nel primo tempo poi è apparso limitato, non aiutando Fra.Indelicato nella fase difensiva.

Di Stefano 5: spaesato per tutti i 90′, prova senza riuscirci a ritagliarsi un ruolo nel centrocampo biancazzurro. Debole in fase di contenimento, assente negli inserimenti del secondo tempo.

Ilardo 6: si danna come un matto nel primo tempo, provando anche a segnare. E’ un esempio da seguire, per la voglia che ci mette fino all’ultimo istante. Con Mazzaglia nel 4-4-2 del secondo tempo però si pesta i piedi e la sua prova raggiunge così una risicata sufficienza.

Cosenza 5: negativa la sua prova. E’ ininfluente in attacco, inesistente in difesa. Non lo si vede mai andare di testa e ha la gamba indietro nei contrasti. In settimana ha subito un infortunio che certamente lo ha pregiudicato. E’ il faro del centrocampo biancazzurro e lo si aspetta con ansia.

dal 45′ A.Indelicato 6: entra e prova a dare la carica ai suoi, sfiduciati e incapaci a concludere. La passione e la concentrazione a non sbagliare lo aiutano a risultare sufficiente. Si ritrova spesso solo contro gli attacchi di Napoli e Coco sulla fascia destra.

Fe.Indelicato 6: si procura il rigore e lo trasforma. E’ il giocatore più talentuoso ma la condizione fisica non ottimale lo limita parecchio.

Giaccari 5.5: ha idee e non si fossilizza sul suo schieramento iniziale. Incita la squadra e prova più volte a intervenire per migliorarla. Mazzaglia in avanti è sembrato più a suo agio, Fra.Indelicato in mezzo altrettanto. Ci sarà da lavorare ma si sapeva già. Il Belpasso avrebbe potuto segnare il gol del vantaggio, la partita poteva cambiare e allora avremmo commentato altro.

Gravina: Sava 6.5; Campisi 6; Coco 6; Mirabella 6.5; Sciuto 7; Giu.Fazio 6.5 (68’Botta 6); Coniglione 6.5 (84’Barba sv); Montalto 7.5; Gio.Fazio 6 (45’Ciaccio 6), Spadaro 7; Napoli 6.5. All: Sciuto 7.

 

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.