Allievi: Belpasso – Nbi Misterbianco 5-1

Al triplice fischio è festa grande in casa Belpasso per il raggiungimento dei play-off. Una squadra spesso disprezzata e sottovalutata che, invece, ha raccolto i frutti di mesi di impegno e passione, tra momenti esaltanti e, a volte, bui. Un gruppo che ha fatto quadrato in un momento difficile, mostrando attaccamento e voglia di entrare nella storia del club. Nonostante le tante squalifiche, mister Anastasi è riuscito a confermare i buoni propositi della vigilia, esaltando i propri atleti, tutti degni di essere ricordati. In più da segnalare la seconda presenza stagionale di Samuele Pagliaro, bomber dei giovanissimi, e il debutto, nei minuti finali per Alessandro Di Mauro (altro classe 99). Partiti con un classico 4-4-2, con l’inserimento di Salvo Russo e Adriano Pulvirenti tra i titolari, l’arretramento di Viglianisi, e il cambio di ruolo per Bonina, la squadra ha giocato 25 minuti di paura e poca coesione, per poi venire fuori fino a tramortire gli ospiti, ormai salvi ma decisi a ben concludere la propria stagione. Alla mezzora due cambi hanno portato più qualità sulla fascia, e il ritorno di Bonina a centrocampo per velocizzare il recupero della manovra. Apparentemente sottotono il bomber Bellia, che ha realizzato, alla fine, una tripletta incredibile che lo porta a quota 24 centri. Da sottolineare la volontà di La Rosa e degli esterni Leonardi e Anastasi, oltre alla tranquillità che solo il capitano Sanfilippo è in grado di assicurare. Adesso la squadra si preparerà immediatamente per i play-off, volendo proseguire il cammino.

La cronaca: passano appena pochi secondi dal fischio d’inizio e il fantasista La Rosa, per ben due volte, prova a sorprendere il portiere ospite con pallonetti da fuori area, entrambi alti per poco. Al 6′ punizione della Nbi da destra, calciata a spiovere, Sciuto non è preciso nello smanacciare e l’attaccante ben appostato raccoglie e scaraventa in rete. La squadra appare sfilacciata e senza idee, fino al 16′ quando Bellia stoppa a limite dell’area e giro immediatamente col destro, sfiorando il gol. Al 21′ Rapisarda innesca Bellia in velocità, il bomber scarta il portiere ma è decentrato e non inquadra la porta. Al 36′, da centrocampo, Sanfilippo calcia una punizione cross, il portiere è sorpreso e tocca infilando la propria porta per l’incredibile pareggio. Al primo della ripresa, Bellia ruba palla al difensore si accentra e la mette sotto l’incrocio(2-1). Al 49′ Bellia serve Rapisarda che col destro di prima intenzione sfiora il tris. Dal seguente corner è Pagliaro che per poco non insacca in rete. Al 53′ Bellia scappa sulla destra, mette in mezzo per l’accorrente Rapisarda che a porta vuota calcia fuori. Al 62′ contropiede Nbi ma Sciuto in uscita ci mette le mani e sventa il possibile pareggio. Al 66′ punizione di La Rosa ma il portiere vola e coi pugni salva. Al 69′ Pagliaro si invola sulla sinistra ma è steso in area, rigore che La Rosa trasforma. Al 71′ La Rosa da destra salta mezza difesa e smarca Pagliaro ma il portiere nega il gol. Al 73′ Bellia chiude la partita col 4-1. Al 79′ infine Pagliaro è stoppato ancora provvidenzialmente dal portiere, la palla respinta termina sui piedi di Bellia che a porta vuota fa tripletta e il definitivo 5-1.

Pagelle.

Sciuto 6: poco impegnato durante tutta la partita, prende un gol in avvio con un uscita poco sicura ma si riscatta con una gran parata, negando il 2 paro. La prestazione è comunque sufficiente.

Leonardi 7: mai in difficoltà a tenere la posizione, si fa trovare sempre pronto in difesa e attento quando c’è da spingere. Ha grinta e voglia da vendere per tutti gli 80 minuti. E’ arcigno e un mastino impossibile da superare.

Anastasi 7: nel primo tempo è impegnato solo in difesa e spinge col contagocce ma non sbaglia niente. Alterna interventi decisivi, a un secondo tempo di disciplina tattica. È l’uomo ovunque.

(dal 70′) Valastro sv: dieci minuti di alleggerimento, quando la gara è ormai in discesa. Rappresenta il futuro del centrocampo biancazzurro.

Pulvirenti 6: esce in un momento delicato per i nervi belpassesi. Si fa sentire li in mezzo ma è a corto di fiato. 

(dal 30′) Gangemi 6.5: parte in panchina per precauzione, vista la febbre settimanale. Ma appena in campo, riscatta la brutta prova con l’Athena. In copertura c’è e mostra sicurezza.

Bonina 5: prima dietro, poi in mezzo, negli ultimi minuti si fa espellere per un battibecco con un avversario, pregiudicando la propria prestazione e meritandosi l’insufficienza.

Sanfilippo 7.5: il capitano è la tranquillità della squadra. L’uomo in grado di ristabilire equilibri e valori, sia tecnici che tattici. Fa il suo in difesa e proponendo l’azione tempestivamente, timbrando il gol del pareggio. Essenziale.

S.Russo 5: appare poco tranquillo e fuori posizione. Per l’impegno meriterebbe un nove pieno ma capita in un momento sbagliato della gara. Sostituito per aggiungere più velocità alla squadra. Si rifarà.

(dal 30′) Pagliaro 7: entra in un momento topico e mostra di poter stare già coi più grandi. Sfiora in almeno tre occasioni la rete e si procura pure un calcio di rigore. La sua rapidità è un’arma in più. Vivo e dinamico, aiuta a cambiare marcia e ad assicurarsi i tre punti.

Viglianisi 6.5: meno brillante del solito ma in una posizione più arretrata. Spazia su tutto il fronte centrale non sbagliando. E’ la classe della squadra, concreto, fa il suo senza particolari squilli.

Bellia 7.5: delizioso. Segna una tripletta che pesa tantissimo sull’economia del match e non solo. Si muove molto tra le linee, senza dare punti di riferimento alla difesa ospite, che lo soffre terribilmente. Peccato per un primo tempo sottotono.

La Rosa 7: dal punto di vista del gioco è sufficiente, ma sbaglia troppo spesso al momento decisivo. Tuttavia, c’è il suo zampino nel rigore. In crescita.

(dal 73′) Di Mauro sv: sette minuti per debuttare con gli Allievi. Altro atleta del futuro.

Rapisarda 6: meno positivo del dovuto, compie qualche errorino di troppo in realizzazione, pestandosi i piedi con La Rosa. Comunque la sufficienza non è in discussione per qualche buono spunto, appoggio o filtrante.

mister Anastasi 7: ottimo nei cambi, è un punto di riferimento per tutti. L’esperienza lo porta a stare tranquillo e il Belpasso ne viene fuori con un 5-1 chiaro che regala i play-off. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.