Bronte – Belpasso 3-2

bronteInizia con una insufficienza la stagione del Belpasso. La squadra di mister Stella ha qualcosa da rivedere in settimana per intraprendere la retta via che porta in “Promozione”. I biancazzurri infatti hanno giocato a tratti, non concretizzando nel primo tempo, crollando nel secondo tempo. Sono mancati i terzini e serve maggiore forza d’urto in mezzo al campo. Gli esterni d’attacco solo sporadicamente hanno supportato il duro lavoro di Ruggeri. La squadra si è innervosita e non è riuscita a giocare palla a terra, affidandosi troppo spesso più sulle qualità del singolo che sul gioco corale, vero dna dei biancazzurri. La sconfitta, alla lunga, è meritata, seppur determinato in maniera decisiva da errori individuali e un atteggiamento arbitrale poco chiaro: il fallo da rigore subito dal bomber Ruggeri è netto e indiscutibile ma non per tutti. Il rigore con relativa espulsione di Pecorino è decisiva. Di fronte, va detto, si è visto un Bronte volenteroso che, con un gioco semplice e lineare, con rapide ripartenze lungo le corsie ha messo in difficoltà la retroguardia belpassese. Al triplice fischio c’è tanto da recriminare e correggere per ripartire col giusto piede già sabato contro la Cometa Biancavilla.

La cronaca: al 4′ Bronte pericoloso col suo giocatore di punta, Gianluca Catania, il bomber da sinistra stoppa palla, rientra sul destro e prova col tiro a giro scheggiando la traversa. Al 9′ primo affondo biancazzurro e rete con una bordata di Litteri. Sotto un caldo cocente la partita è comunque gradevolissima e al 16′ Russo innesca Ruggeri, il 9 salta l’avversario e mette in mezzo ma lo stesso Litteri liscia e spreca il raddoppio. Al 29′ Finocchiaro scappa sulla destra, vince un rimpallo e serve l’accorrente Mazzola ma la sventola colpisce un difensore a centroarea lasciando il risultato invariato. Al 34′ calcio d’angolo dei padroni di casa, stacco imperioso di Vacarescu con la difesa schierata e rete del pari. Al 37′ Bua serve in profondità Catania, lasciato libero da Pecorino, che stoppa e calcia in corsa di sinistro mandando di poco alto. Al 40′ Finocchiaro sulla destra salta l’uomo, entra in area e appoggia su Ruggeri che, dribblato un avversario, si porta la palla sul sinistro a la piazza alle spalle del portiere per il nuovo vantaggio. Al 43′ Vacarescu salta facilmente Santonocito e crossa sulla testa di Imbrosciano che a centro area spreca incredibilmente sul fondo. La ripresa regala la prima emozione già al 46′ con Santonocito che regala scelleratamente un calcio d’angolo: Pecorino atterra un avversario ed è espulso, Imbrosciano non sbaglia. Sul 2-2 la partita prende una piega favorevole ai brontesi. Al 56′ Catania si libera di Litteri e sfiora il vantaggio. Al 62′ ancora Catania, ben assistito dai compagni, salta ancora Litteri e Reale ma il suo destro risulta debole  salvando il Belpasso. Al 63′ Ruggeri fa tutto da solo, scappa sulla fascia destra, salta il proprio marcatore, entra in area ed è steso nettamente ma l’arbitro non fischia il rigore. Al 65′ ancora Catania, in piena area, stoppa e tira sfiorando l’incrocio. Al 76′ Vacarescu crossa alla perfezione per Bua che calcia appena fuori. Al 79′ Tomasello salva la porta su Bua ancora in contropiede. Al 81′ arriva il vantaggio firmato da Ruffino. Al 86′ Ruggeri prova a colpire ma il suo sinistro è alto. Al 90′ angolo, con Scordo che sfiora il pari in rovesciata. Al 92′ Ruggeri appoggia per Terranova che calcia al volo sfiorando l’incrocio. Al 93′ Ruggeri, lanciato in area da Terranova, salta il portiere con l’esterno ma un difensore salva sulla linea regalando la vittoria al Ciclope.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.