Nessuna novità

img-20140809-wa0010-1Sabato 7 marzo in Prima Categoria (girone F) sarà di scena il big match tra Belpasso e Adrano. La partita che vale una stagione, che mette di fronte seconda contro prima, distaccate di sole due lunghezze e decise a darsi battaglia sportiva. Ancora una volta, però, in un San Gaetano deserto. In questi mesi, infatti, l’Amministrazione comunale di Belpasso non è riuscita a risolvere il problema “agibilità tribune” e lascerà nuovamente i propri sostenitori fuori dai cancelli. Il presidente del club, Corrado Minervini, è una furia in quanto non potrà vedere lo stadio (sempre tra i più belli della provincia) colmo e aiutare così la squadra a vincere il delicatissimo match. Tutti gli sforzi per rilanciare il calcio in città pare non interessino più di tanto, perché non si è corso (dall’estate ad oggi) per eliminare questo gravoso problema ma si attendono ancora i cosiddetti “tempi tecnici”. La stampa locale ha provato più volte a stimolare e raccontare la vicenda ma senza risultati. La società biancazzurra, finora, ha sempre chiacchierato ma mai redatto comunicati ufficiali in merito, dando, inutilmente, sempre massima fiducia a sindaco ed assessori. “Siamo stufi di quanto sta accadendo in questa stagione – dichiara il presidente -. Voglio ricordare come questa società non becchi alcun aiuto economico ne di altro genere dalla propria Amministrazione comunale. A questo punto viene da chiedersi se sia realmente quello sbandierato il motivo dell’inagibilità delle tribune. Purtroppo devo sottolineare come per settimane i politici belpassesi mi hanno sempre rassicurato, invitando alla calma e pazienza perché la questione sarebbe stata risolta: unico problema, i tempi tecnici non dipendenti dal Comune. Mancano poche partite alla chiusura del campionato e non abbiamo mai potuto ospitare gli spettatori in tribuna, lasciandoli a casa, facendo venir meno anche l’ospitalità verso gli altri club, elemento che ci ha sempre contraddistinto con fierezza. Tutto, in una stagione significativa che ha rilanciato le ambizioni del club e porta in alto il nome di Belpasso. Evidentemente lo sport non ha le stesse priorità di altri argomenti in città”. Sui social network si sono scatenate accuse e parole poco edificanti dall’una e dall’altra parte, con chi sostiene le proprie accuse e chi difende il proprio operato. Così il sindaco ha trovato il tempo per rispondere al presidente: “Una serie di lungaggini con una impresa poco seria, tempi tecnici che sedendosi a tavolino tutti comprenderebbero. Leggo post del genere da qualche mese e di certo me li risparmierei se potessi. L inagibilità “temporanea” riguarda le tribune, l unico disagio mi dicono sia quello di non poter avere spettatori durante le partite. Sicuramente poco piacevole ma da alcuni commenti sembra che si stia mortificando lo sport (lo trovo un po’ esagerato perché gli allenamenti e le partite si svolgono normalmente). L`agibilità sta facendo il suo iter, così come se un privato per edificarsi o ristrutturare casa attende e segue un iter, così anche il Comune. Non piace a nessuno perdere tempo, neppure a me. Se potessi aprirei le tribune domani ma non posso,quando posso “accorcio” le procedure, corro,in altri casi non è possibile. Settimana prossima farò un sopralluogo al campo perché oltre a questa faccenda penso che ne vadano affrontate altre”. Iter che dura da mesi, non settimane, e pare non trovare alcuna soluzione, gettando nello sconforto il club biancazzurro, deciso però a non mollare e far valere le proprie ragioni. Qualche assessore inoltre ha risposto sul contributo che la società paga al Comune, pur avendo questo problema: “…Caro amico Corrado Minervini sul contributo che versate per allenarvi avrei poco da dire visto il piccolo contributo di 5€ l’ora che il Comune chiede di pagare…”. Nessun aiuto economico, dunque, alla squadra della città, neanche come in altri comuni dove le squadre di casa non pagano alcunché alle casse comunali, ma considerate, dunque, le circa mille euro un contributo dovuto e modesto, per uno stadio non fruibile agli spettatori, che lasciano sempre più l’amaro in bocca…

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.