Belpasso – Città di Catania 0-1

IMG_20151003_150620Brutto K.O. per il Belpasso nell’anticipo della 4° giornata. La squadra di mister Di Maria non è riuscita a sopraffare un avversario apparso più in palla e con le idee ben chiare. I Biancazzurri hanno giocato poco amalgamati, con troppe individualità e poco gioco di squadra, presi dalla frenesia e una completa mancanza di self-control. Eppure la squadra non ha subito quasi nulla, fino al momento del gol, ma non è stata in grado di costruire alcun pericolo serio per il portiere ospite. La partita è apparsa scialba, molto caotica e nervosa, con il Città di Catania pronto a sfruttare ogni minimo errore dei padroni di casa. Qualche nota positiva è stata mostrata da Palazzolo che, impiegato in varie posizioni, ha provato a farsi carico dei compagni, provando a impostare e inserirsi; Daidone ha lottato ed è riuscito comunque ad imbavagliare il trio Arrabito-Garozzo-Messina; Mazzarino ha cercato di mantenere l’equilibrio a centrocampo; Cirnigliaro con attenzione e tanta bravura ha provato a restare a galla. La scossa non è arrivata e non si è riusciti a sfruttare nemmeno la superiorità numerica (già al 24′ del primo tempo): l’insufficienza collettiva dovrà essere sconfitta da una maggiore voglia di vincere, cercando di ritrovare morale e furore agonistico.

La gara. Sembra partire forte il Belpasso che già al 9′ si rende pericoloso con un angolo di Giuffrida ma Falletta smanaccia. Al 16′ Randis dai 30 metri prova a sbloccare con una sventola da fuori area ma il tiro centrale è sventato prontamente dal portiere ospite. Al 24′ potrebbe arriva la svolta con l’espulsione (doppio giallo) di Cambria. Il Città di Catania si sistema con ordine, chiudendo ogni spazio e giocando rapidamente in attacco. Al 36′ un tiro improvviso di Arrabito sfiora il montante destro. Al 40′ Messina, su punizione, spreca da ottima posizione. Nella ripresa la musica peggiora per il Belpasso. Al 63′ rapido schema su punizione catanese e Garozzo è steso in area, rigore che lo stesso trasforma. Al 65′ reazione biancazzurra: Randis in solitaria attira la difesa ospite e libera Giuffrida al tiro, Falletta vola e respinge. Al 74′ un angolo di Giuffrida trova la testa di Daidone ma un difensore salva sulla linea. Al 79′ Giuffrida scavalca la difesa con un passaggio perfetto per Bonaccorsi che scaglia con violenza ma è fuori. Al 80′ azione sulla sinistra perfetta per i catanesi con cross prontamente raccolto da Arrabito, botta sicura ad incrociare ma Cirnigliare col piede compie un miracolo da categoria superiore. Al 83′ un tiro cross di Litteri dalla sinistra sfiora l’incrocio dei pali. Al 86′ D’Amico spreca incredibilmente la palla del pareggio e al 91′ è ancora Cirnigliare a salvare un uscita un contropiede ospite. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.